22.02.2018

Buoni esempi di Città dell’energia svizzere

In base ad una raccolta annuale i responsabili di Città dell’energia vi presentano realizzazioni di progetti esemplari da parte di comuni di tutte le regioni del paese. I buoni esempi illustrano gli ambiti in cui agiscono le Città dell’energia e dimostrano le diverse possibilità di contribuire in modo concreto alla svolta energetica.

Croglio – Quando l’unione fa la forza!
Al fine di progredire nel suo sviluppo sostenibile, la Regione-Energia Malcantone Ovest ha creato un ser-vizio gratuito di consulenza orientativa: lo sportello REMO. L’idea di un’offerta su scala regionale è stata lanciata dal comune di Croglio, a seguito dell’esperienza positiva avuta a livello comunale.  Continuare a leggere

Mendrisio – Analisi sulla mobilità per interventi mirati
La Citta dell’energia di Mendrisio, svolge, tra le altre misure, la contabilità della mobilità. Questo per-mette di rilevare, monitorare e valutare i principali indicatori della mobilità a livello di territorio, fornen-do indicazioni per definire possibili misure da adottare in questo ambito. Continuare a leggere

Terre di Pedemonte – In Ticino la prima scuola Minergie-A in Svizzera
E’ a Terre di Pedemonte che è stata realizzata la prima scuola certificata Minergie-A in Svizzera. Grazie ad un impianto fotovoltaico da 13 kWp l’edificio, con elevati standard di efficienza e riscaldato con una pompa di calore aria-acqua, presenta un bilancio energetico positivo. Continuare a leggere

Locarno – Spazi pubblici a prova di anziano
La Città dell’energia di Locarno è attenta alla sua qualità di vita dei suoi cittadini. Il Municipio ha sviluppa-to un piano di mobilità scolastica. Ciò ha permesso, oltre al perfezionamento delle condizioni di sposta-mento dei più giovani, di estendere le migliorie anche ad un’altra fascia della popolazione: gli anziani. Continuare a leggere

Stabio – Si muove!
Anche dopo la sua certificazione come Città dell’energia, nel 2015, Stabio continua a dimostrare non so-lo di muoversi, ma anche di farlo bene. Infatti Stabio è stato il primo comune ticinese a munirsi di un proprio Ufficio energia. L’obiettivo di questa misura è quello di garantire il continuo sviluppo di una poli-tica energetica sostenibile. Continuare a leggere

Gambarogno – Pianifica per il futuro
La Città dell’energia di Gambarogno, basandosi sui dati della contabilità energetica, ha elaborato un pia-no di risanamento per nove edifici di sua proprietà. Il comune ha così dimostrato lungimiranza e una vi-sione attenta e responsabile di quella che sarà la sua politica energetica. Continuare a leggere

Coldrerio – Allievi alla scoperta di Città dell’energia
Gli allievi della 3° elementare di Coldrerio si sono confrontati con un tema di grande attualità: i cambia-menti climatici. Grazie a questo lavoro e insieme ad altre misure i bambini hanno potuto scoprire che Coldrerio da tempo si impegna per la protezione del clima e dell’ambiente in qualità di Città dell’energia. Continuare a leggere

Gordola – Allievi in forma grazie a una mobilità scolastica sicura
Nella Città dell’energia di Gordola un gruppo interdisciplinare istituito dal Municipio ha creato un piano di mobilità scolastica all’avanguardia. Una mobilità lenta, oltre a differenti aspetti positivi per gli scolari, si traduce in vari benefici per la collettività. Continuare a leggere

Chiasso – La politica energetica coinvolge i proprietari immobiliari
La Città dell’energia di Chiasso premia i proprietari immobiliari che realizzano edifici esemplari dal profilo energetico, ambientale e della sostenibilità. Chi partecipa a questo progetto riceve una targa personaliz-zata da affiggere sull’edificio. Il Municipi intende così sottolineare l’importanza del coinvolgimento di pri-vati per la politica energetica sostenibile. Continuare a leggere


Date un’occhiata agli esempi della Svizzera francese.
Date un’occhiata agli esempi della Svizzera tedesca.