01.11.2012

„E-DETECTIVE – Il caso dell’energia scomparsa“

Il progetto didattico «E-detective – Il caso dell’energia scomparsa» è finalmente pronto. Nato da un adattamento della preesistente proposta didattica «sChOOLhouse Company» di SvizzeraEnergia per i Comuni alla realtà scolastica del Cantone Ticino, lo strumento è ora a disposizione delle Città dell’energia e dei Comuni che vogliono realizzare attività di formazione sui temi energetici in collaborazione con le scuole.

Lo strumento didattico

Il progetto didattico «E-detective – Il caso dell’energia scomparsa» è sostenuto dal DECS e promosso finanziariamente dall’Ufficio federale dell’energia, dal Programma SvizzeraEnergia per i Comuni e dall’Associazione TicinoEnergia quale strumento educativo e di sensibilizzazione volto a favorire il raggiungimento degli obiettivi di riduzione dei consumi di energia e delle emissioni di CO2 della Confederazione. La formazione è infatti uno degli aspetti fondamentali della tappa 2010-2020 del programma SvizzeraEnergia.

Il progetto didattico si rivolge agli allievi di IV media. Trasformati in detective dell’energia e accompagnati dal docente e da un Consulente E-detective, essi avviano approfondite indagini «sul campo» allo scopo di individuare le opportunità di impiego delle energie rinnovabili e le fughe di energia a scuola, definendo le soluzioni tecniche e comportamentali per arrestarle. «Il caso dell’energia scomparsa» potrà essere chiuso quando gli E-detective avranno definito come rendere la scuola energeticamente più efficiente e inviato le proprie proposte alla Sezione Logistica del Cantone Ticino, che prenderà posizione in merito.

Il ruolo dei Comuni

Città dell’energia e Comuni membri dell’omonima associazione possono decidere di sostenere finanziariamente e in qualità di sponsor la realizzazione del progetto didattico «E-detective – Il caso dell’energia scomparsa» nella Scuola media frequentata dai propri giovani. In questo modo li informano e sensibilizzano in merito alle attuali sfide energetiche, dando loro l’opportunità di contribuire in modo concreto e nella loro quotidianità - a scuola come a casa - ad un impiego più razionale delle risorse. Sostenendo il progetto i Comuni certificati o in fase di certificazione possono inoltre ottenere punti nell’ambito della misura 6.4.3 del Management Tool Città dell’energia.

La Centrale investigativa E-detective è a vostra disposizione per fornirvi tutte le informazioni necessarie e per supportarvi nell’ambito del coordinamento con altri Comuni e con le Scuole.

Maggiori informazioni:

Centrale investigativa E-detective
c/o SUPSI-DACD-ISAAC
Campus Trevano
CH-6952 Canobbio
Tel.: 058 666 62 95
e-mail: e-detective(at)supsi(dot)ch