Perché diventare Città dell’energia

Impegnarsi nel programma Città dell’energia conviene, questo è il motivo del successo del label. Una gestione intelligente delle risorse energetiche ripaga in franchi e centesimi, porta un guadagno in immagine e vantaggi per l’economia locale: le Città dell’energia agiscono per il futuro concretizzando sul proprio territorio una politica energetica innovativa.

UNA MIGLIORE QUALITÀ DI VITA

Attraverso il label Città dell’energia Città e Comuni contribuiscono in modo concreto al miglioramento della qualità di vita, gestiscono le risorse energetiche in modo sostenibile e moderno e sono considerati all’avanguardia sia dai propri cittadini sia dall’opinione pubblica.

PIÙ POSTI DI LAVORO

Attraverso la promozione delle energie rinnovabili l’edilizia in generale e l’industria del settore energetico in particolare usufruiscono di nuove opportunità di lavoro, l’intera popolazione di una migliore qualità dell’aria. Vi sono buone premesse per la creazione di nuovi posti di lavoro e l’insediamento di nuovi contribuenti. I giovani hanno migliori prospettive per il futuro.

UNA MIGLIORE MOBILITÀ

Attraverso la gestione della mobilità le Città dell’energia attuano misure volte a ottimizzare l’offerta del trasporto pubblico e a trovare soluzioni ottimali per quello privato. Una pianificazione del traffico esemplare contribuisce a raggiungere lo scopo e permette di diminuire i consumi di energia, di dare una maggiore garanzia di sicurezza e di ridurre l’inquinamento dell’aria.

MIGLIORI SERVIZI

Le Città dell’energia rispettivamente, se presenti, le aziende comunali indirizzano i propri servizi alle necessità della clientela e agli indirizzi della politica energetica comunale. Un esempio è Bellinzona, che attraverso le AMB promuove un servizio di consulenza energetica verso i privati e l’acquisto di biciclette elettriche.